sabato 25 febbraio 2017

In my mail box #5 - 2017

[La rubrica appartiene a Kristy del blog The Story Siren]

Ho delle cosine davvero interessanti da mostrarvi quest'oggi. Il club delle mele avvelenate, di Lily Archer e Percy Jackson e il Ladro di Fulmini vengono dal Libraccio di Romolo (santo subito) dopo un giro con la Squad. E' da tempo che voglio recuperare la prima serie di Percy in hardback (attualmente ho l'edizione da 5€) e quindi ne ho approfittato!
Ti aspettavo, di J. Lynn (o Jennifer L. Armentrout) viene dalla libreria dell'usato della mia città così come...

... Animali fantastici e Harry Potter e la maledizione dell'erede! Tutti e tre vengono dall'usato ma sono immacolati, e pagati pochissimo. Sono entrata in libreria per cinque minuti di numero, chissà cos'avrei trovato spulciando ancora!
Ultimo, ma non per importanza (e mole) Guerra e Pace, di Tolstoj. E' la mia terza edizione e l'ho cercata a lungo in modo che avesse le note che riportano in italiano i discorsi fatti in francese dai protagonisti. Se come me non sapete niente di francese magari vi può essere utile (questa è Garzanti).

domenica 12 febbraio 2017

In my mail box #4 - 2017

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]

L'altro giorno, a sorpresa, sono arrivati questi due dalla Mondadori. Cinquanta sfumature di nero, con la cover del film, e la mascherina di Anastasia. Non ho mai letto la serie e nemmeno visto i film, ma voi cosa ne pensate?

Giuro che venerdì do l'ultimo esame e torno a pubblicare decentemente!
Intanto se volete posto qualcosa su instagram @nu_angelica

sabato 4 febbraio 2017

In my mail box #3 - 2017

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]

Ecco i miei ultimi arrivi! Ho recuperato i due libri di Amy Harmon che mi mancavano (Infinito + 1 e Hai cambiato la mia vita, uscito da pochissimo). Sono passata in libreria per non far scadere la tessera e ho portato a casa Dreamology di Lucy Keating - di cui mi sono poi pentita, ma vedremo come sarà quando lo leggerò - e L'Accademia del bene e del male - L'ultimo lieto fine, di Soman Chainani che non vedo l'ora di leggerlo. E infine all'iper erano rimaste diverse copie, scontate, di Harry Potter e i Doni della Morte nell'edizione col castello e vabbè, non ho resistito (me ne mancano solo due ora!)

Voi cosa mi raccontate?

mercoledì 25 gennaio 2017

La settimana di Fallen | Dove il libro prende vita: esploriamo il set

Pensavate che non avremmo organizzato niente per questa uscita? E invece no!
Eccoci qui con un'intera settimana dedicata a Fallen, tra libri e film.
QUI trovate anche l'evento facebook dedicato!
Oggi vi parlo un po' dei luoghi in cui è stato girato il film, iniziamo?

Innanzitutto c'è da dire che hanno girato il film più vicino a noi di quanto potremmo pensare. Non in uno studio Hollywoodiano luccicante ma piuttosto qui in Europa, più nello specifico in Ungheria. Cos'aveva l'Ungheria che mancava all'America? Beh, uno (o più, come vedremo) castelli antichi che potessero ospitare la Sword&Cross e i suoi studenti molto particolari.

Nel libro viene descritta così:

"Quei sontuosi cancelli erano l'unica barriera che separava il cimitero dal parcheggio. Notevole per una scuola circondata da filo spinato. Luce sfiorò il ferro battuto, seguendo i motivi floreali con le dita. Dovevano risalire alla Guerra Civile, quando il cimitero accoglieva i soldati caduti, quando l'edificio accanto non era un ostello per psicotici ribelli, quando l'intera zona era molto meno incolta e ombrosa."




I cancelli della Sword&Cross ce li ricordiamo tutti, e Lauren Kate sembra essere molto contenta che li abbiano mantenuti. Altrimenti, che riformatorio sarebbe stato?
La cosa che sembrano aver cambiato, da quel che ho letto, riguarderebbe la mancanza del cimitero. Ma non ho trovato troppe informazioni al riguardo e mi pare strana come omissione, quindi staremo a vedere!


I castelli in cui hanno filmato, quello di Tura e quello di Szabadkìgyòs (buona fortuna a cercare di proncunciarlo). Noi sappiamo che la Sword&Cross è divisa in più edifici, ma sinceramente non so dirvi dove abbiamo filmato cosa. Credo però che il giardino dell'ultima descrizione sia quello del secondo Castello, che se vedete bene appare anche nel video sotto!
Inoltre, tantissime scene si svolgono nella biblioteca del riformatorio, che non vedo l'ora di conoscere meglio nel film!
Tura Castle
"Il dormitorio degli studenti era un edificio grigio imponente e squadrato, con porte massicce che non lasciavano trapelare all'esterno alcun segno di vita. C'era una grande targa di pietra in mezzo al prato: Luce l'aveva vista sul sito web della scuola, e ricordava che sopra c'era scritto PAULINE DORMITORY. Al pallido sole del mattino sembrava perfino più brutta di quanto lo fosse nella piatta fotografia in bianco e nero. La facciata era coperta di muffa nera, visibile perfino da quella distanza. Tutte le finestre erano chiuse da file di spesse sbarre d'acciaio. Luce strizzò gli occhi. Era filo spinato quello in cima al recinto che circondava l'edificio?"

"Sul retro, l'edificio principale dava su un marciapiede malmesso che costeggiava un campo incolto. L'erba era così alta da farlo sembrare più un terreno in vendita che uno spazio comune, ma un tabellone sbiadito e una serie di tribune di legno lasciavano intendere il contrario. Oltre il prato c'erano quattro edifici dall'aria severa: il palazzo color cenere del dormitorio all'estrema sinistra, un'enorme, brutta chiesa all'estrema destra e nel mezzo due costruzioni massicce che, si disse Luce, dovevano essere le aule."

Szabadkìgyòs Castle
"Luce si fermò davanti all'unica porta spoglia nell'edificio. Stanza 63. Casa amara casa. Frugò nella tasca dello zaino alla ricerca della chiave, prese un bel respiro e aprì la porta della sua cella. Non era poi così terribile. O almeno non quanto se l'aspettava. C'era una finestra abbastanza grande da lasciar entrare l'aria più fresca della sera. E oltre le sbarre, si vedeva il prato illuminato dalla luna, che tutto sommato era un bel panorama, se si evitava di pensare al cimitero che si stendeva subito oltre."
Qui potete vedere il video del Making Of, con qualche sguardo agli attori e soprattutto al set!

Ovviamente, abbiamo una sorpresa per voi! Abbiamo due regali per due fortunati follower: una copia di Fallen (primo libro della serie) e un gadget ispirato al film per chi ancora non avesse letto il libro e una copia di Unforgiven (tutto dedicato a Cam) e un gadget ispirato al film (grazie Team World!) per chi invece ci fosse perso l'ultimissima uscita di Lauren Kate e Rizzoli :)

Le regole sono:
- Iscriversi ai blog
- Commentare tutte le tappe
- Condividerne almeno una su un social
- Mettere mi piace alle pagine "Rizzoli" e "Fallen Italia"

E qui sotto avete i due form da compilare, a seconda del pacchetto che preferite!

Fallen+Gadget
QUI il link al form
a Rafflecopter giveaway

Unforgiven+Gadget
QUI il link a form
a Rafflecopter giveaway


Vi lascio il calendario con le altre tappe!

Ovviamente si tratta della Squad, quindi passate a trovarle sui loro blog a questi link:






lunedì 23 gennaio 2017

Recensione: Unforgiven, di Lauren Kate



                                                       
Titolo: Unforgiven
Autore: Lauren Kate
Pagine: 420
Prezzo: 18€
Casa Editrice: Rizzoli
Trama:
Sono trascorsi secoli da quando l’angelo caduto Cam ha detto addio a Lilith, strappandole il cuore, ma ancora non riesce a dimenticarla. Invidioso dell’amore perfetto di Daniel e Lucinda, decide di ritrovarla, ovunque sia. Così stringe un patto con Lucifero: ha quindici giorni per riconquistare l’unica ragazza che abbia mai amato davvero. Se ci riuscirà, potranno vivere insieme, liberi; ma se non dovesse farcela, Cam rimarrà nell’Inferno per sempre, dove lo aspetta un posto speciale. È cominciato il conto alla rovescia: il più oscuro e ambivalente tra gli angeli ci apre finalmente il suo cuore tormentato, mentre lotta contro il tempo.


Voto: 3/5

C'è da dire che io questa serie la sto portando avanti più per principio che per altro. Ho letto il primo volume secoli - letteralmente - fa, poi il secondo e il terzo. Mi ci sono voluti anni per raggiungere la fine con Rapture, da cui non ero rimasta soddisfatta per motivi che vi riporterò dopo. Ma ora che li ho letti tutti, incontrato l'adorabile autrice e sul punto di andare al cinema per il film non potevo davvero ignorare questa uscita.

Vi dicevo che non ero rimasta soddisfatta. Beh, con questi romanzi ho due problemi: siccome quello è il periodo in cui li ho letti, mi sembra di essere rimasta bloccata nel tempo ai primi Urban Fantasy del 2011, quando leggevamo tutto perché c'era solo quello e di conseguenza tutto era nuovo e bello. Beh, non è più così. Ci sono certi tipi di personaggi che per me non funzionano più, perché -  e qui veniamo al secondo problema - io non ho più quattordici anni e la psicologia spicciola non funziona più. Ho bisogno di qualcosa di più, anche in un mondo fantastico con angeli e demoni e Lucifero che ogni tanto spunta a dare due rimbeccate alla trama. 

Quello che mi piace sempre, no matter what, della Kate (oltre al fatto che è dolcissima, simpaticissima, e si è ricordata il mio nome per un giorno intero) è il suo stile. Quello si che mi piace davvero, perché lo trovo gradevole da leggere e non risulta piatto come tanti altri.

Quella che non mi è piaciuta è Lilith. Avevamo avuto già modo di conoscerla nei romanzi precedenti tramite dei ricordi, e già allora avevo dei dubbi su di lei. E qui non mi è diventata affatto simpatica, neanche per un istante e fin dall'inizio.

Cam, invece, è un altro paio di maniche. Sebbene io amassi Daniel (da brava quattordicenne che ero) non sono mai sfuggita al fascino del protagonista cattivo/tormentato (o almeno più tormentato di Daniel) e quindi ho fatto il tifo per lui perché volevo vederlo felice.
Ogni tanto rispuntano anche dei vecchi personaggi, quindi l'atmosfera non è cambiata del tutto - soprattutto l'ambientazione scolastica - e per tutto il romanzo aleggia il ricordo di Luce e Daniel, anche se non ci sono più. E forse senza non sarebbe stata la stessa cosa, non è vero?

«Tutti portiamo dentro di noi frammenti dei nostri viaggi» disse Roland. «Impariamo tutti dai nostri errori. Chi può dire che non meritiamo la felicità?»

Che ne dite, voi l'avete letto? Avete in programma di leggerlo? :)

sabato 21 gennaio 2017

In my mail box #2 - 2017

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]

L'unico arrivo di questa settimana è stata una copia in anteprima di La casa delle foglie rosse, di Paullina Simons! Grazie HarperCollins!

E voi? Quali novità avete?



sabato 14 gennaio 2017

In my mail box #1 - 2017

[La rubrica appartiene a Kristi del blog The Story Siren]

Ho davvero tanti romanzi da farvi vedere quindi facciamo che vi lascio solo l'elenco dei titoli, altrimenti ci metterò una vita a parlarvi di ognuno e finisce che il post non lo scrivo neanche!
Il signore degli anelli, vol. 2 e 3
Dimmi tre segrete, di Julie Bauxbam
Book lover, di Jennifer Kaufman
I nostri cuori chimici, di Krystal Shuterland
Io sono buio, di Kiersten White
Uravel me, di Tahereh Mafi
Magnus Chase, vol. 2
When we collided, di Emery Lord
Mora than this, di Patrick Ness
A court of thorns and roses, di Sarah J. Maas
A gathering of shadows, Victoria Schwab
Scarlet, di Marissa Meyer (mancava alla collezione dei volumi in inglese!)
Il labirinto degli spiriti, di C. R. Zafòn
La biblioteca delle anime, di Ransom Riggs
Vampire knight, vol. 4, 8, 12, 13, 15, 16, 17, 18, 19

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...